Non cedere al terrorismo, difendere la libertà e i nostri stili di vita

“Un Euro in sicurezza e un Euro in cultura” così sintetizzammo all’indomani degli attentati di Parigi la volontà di dare alla parola sicurezza un significato più ampio, guardando alle aree del disagio sociale e dell’esclusione che affliggono tante periferie e tanti contesti urbani degradati. Da lì è scaturito il Piano per la rigenerazione delle periferie con la costituzione di un Fondo dedicato a finanziare progetti elaborati dalle città, con il concorso delle associazioni e delle comunità locali. Per quanto le misure tradizionalmente utilizzate dall’antiterrorismo, quali arresti ed espulsioni, si siano dimostrate estremamente efficaci nel prevenire atti di terrorismo, è ormai opinione largamente condivisa che tali strumenti debbano essere affiancati da politiche volte a prevenire la radicalizzazione stessa attraverso azioni di altra natura.

Se la Città metropolitana non funziona è un danno per tutti

il sindaco Giuseppe Sala ha incontrato il governatore Roberto Maroni a Palazzo Lombardia. Il tema all’ordine del giorno era l’autonomia e il tavolo sul tema con il governo, che avrà una tappa milanese il 21 novembre. A questo tavolo la città metropolitana di Milano parteciperà. “Essendo la Città metropolitana in una situazione indefinita e incompiuta – ha detto il sindaco al termine dell’incontro durato oltre un’ora – non vogliamo perdere nessuna occasione per sottolineare i nostri problemi, ma soprattutto per cercare di trovare soluzioni”..