In un Paese di vecchi i più piccoli contano sempre di meno Gli ultimi dati Istat dicono che oltre 1 milione di bambini in Italia vive in condizioni di povertà assoluta. Mentre il Piano nazionale infanzia è fermo da un anno e aspetta l’approvazione del Consiglio dei ministri

bimbi-al-mare-scipio

I bambini stanno sempre peggio: in dieci anni l’incidenza della povertà assoluta tra i bambini è cresciuta dal 3,9% del 2005 al 10,9% del 2015. L’indigenza, spiegano dall’Istat, diminuisce all’aumentare dell’età della persona di riferimento. Il valore più basso, 4%, non a caso si trova tra le famiglie con una persona di riferimento ultra 64enne. La spesa pubblica, d’altronde, è tutta sbilanciata sui più anziani.

La responsabilità politica della violenza Sembra un mondo impazzito in cui tutto ciò alimenta paure e spinge a chiudersi. Sembra di essere impotenti di fronte a questi orrori. Vicende diverse, con matrici diverse che però, forse, hanno un elemento comune nel venir meno della politica a governare i conflitti

download

Se si guarda ai successi dei partiti xenofobi, populisti e antieuropei ma anche al successo di Trump negli USA, viene da pensare che viviamo in un mondo in cui una parte della politica ha rinunciato a governare i conflitti, anzi, preferisce esasperarli per produrre e cavalcare le paure. Nella foto: Franco Mirabelli Senatore Pd, capogruppo nella Commissione bicamerale Antimafia è l’autore del commento che qui pubblichiamo

La nuova legge sullo stupro in Germania È stata approvata oggi dal parlamento: è giudicata un passo avanti, ma non sarà sufficiente a tutelare chi subisce violenza sessuale

COLOGNE, GERMANY - JANUARY 09:  A flashmob gather in front of Cologne Cathedral, next to Hauptbahnhof main railway station to protest against the New Year's Eve sex attacks on January 9, 2016 in Cologne, Germany. Over 100 women have filed charges of sexual molestation, robbery and in two cases, rape, stemming from aggressive groping and other behavior by gangs of drunken men described as Arab or North African at Hauptbahnhof on New Year's Eve. Police have recently stated that at least some of the men identified so far are refugees, which is feeding the propaganda of right-wing groups opposed to Germany's open-door refugee policy. Germany took in approximately 1.1 million migrants and refugees in 2015.  (Photo by Sascha Schuermann/Getty Images)

La Germania è considerata un paese piuttosto arretrato rispetto ad altre nazioni sviluppate quando si tratta di leggi sullo stupro: lo stupro coniugale è diventato un reato penale solamente nel 1997.
Prima di oggi la legge sullo stupro (che rientra nella sezione 177 del codice penale tedesco ed è del 1998) non si concentrava sul consenso e diceva anzi che la prova di una violenza sessuale era a carico di chi la subisce: una violenza sessuale, cioè, poteva essere definita stupro se chi l’aveva subita aveva provato fisicamente a difendersi e poteva dimostrarlo in tribunale

Eutanasia, non ne facciamo una sconfitta della libertà Il Parlamento è bloccato su questo tema da tre legislature, anche perché il fronte cattolico è da sempre sul piede di guerra

Bonino2

In Italia l’eutanasia attiva è equiparata all’omicidio volontario (ex art. 575 cod. pen.). In caso di consenso del malato, ci si riferisce all’art. 579 cod. pen., rubricato come omicidio del consenziente, punito con la reclusione da 6 a 15 anni. Anche il suicidio assistito è un reato, in virtù dell’art. 580 cod. pen., “Istigazione o aiuto al suicidio”

Convegno internazionale. “Acqua e resilienza territoriale” Il Gruppo CAP discuterà di rete idrica e acqua piovana per ridisegnare il futuro delle aree urbane e metropolitane

1-L8oVUyVxzI4PIRdIjwoacg

Il Gruppo CAP, la realtà industriale pubblica che gestisce il servizio idrico integrato in provincia di Milano, Monza e Brianza, Pavia, Varese, Como, discuterà di rete idrica e acqua piovana per ridisegnare il futuro delle aree urbane e metropolitane. L’evento avrà luogo a Milano lunedì 4 Luglio via Bergognone 34. Il programma dei lavori