Se la Città metropolitana non funziona è un danno per tutti

Questo pomeriggio il sindaco Giuseppe Sala ha incontrato il governatore Roberto Maroni a Palazzo Lombardia. Il tema all’ordine del giorno era l’autonomia e il tavolo sul tema con il governo, che avrà una tappa milanese il 21 novembre.

A questo tavolo la città metropolitana di Milano parteciperà. “Essendo la Città metropolitana in una situazione indefinita e incompiuta – ha detto il sindaco al termine dell’incontro durato oltre un’ora – non vogliamo perdere nessuna occasione per sottolineare i nostri problemi, ma soprattutto per cercare di trovare soluzioni. Abbiamo rappresentato al presidente Maroni le nostre problematiche che sono la disponibilità anche a un riordino di funzioni istituzionali e la questione finanziaria. La sintesi della riunione è che martedì ci sarà il primo tavolo a Milano e la Città metropolitana parteciperà con un rappresentante che sarò io, il vicesindaco Arianna Censi e il consigliere delegato al bilancio Franco D’Alfonso”.

Per Sala questa “è solo una questione di agenda”. Martedì, ha aggiunto “parleremo anche noi e cercheremo di spiegare le nostre esigenze. Quindi bene che si usi anche questa formula per dar spazio ai problemi della Città metropolitana. Non abbiamo parlato assolutamente di Comune. Il Comune al momento rispetto a questo tavolo rimane alla finestra e va avanti per la sua strada. Non è stato tema di dibattito”.

“Il governatore Maroni – ha proseguito il sindaco – ci ha chiesto se siamo interessati a partecipare anche ai tavoli a Bologna. Ora valuteremo, è chiaro che il tavolo lombardo ci sembra quello più vicino ai problemi della Città metropolitana”. Tra i temi più urgenti da affrontare per la Città metropolitana quello dei servizi e dei trasporti: “ci sono una serie di servizi che noi dobbiamo garantire, ma per i quali non abbiamo i finanziamenti. Il tema grosso è quello del trasporto locale che Città metropolitana gestisce in parte, ma senza fondi. O lo gestiamo noi ma troviamo una formula per cui venga finanziato oppure siamo anche disponibili a cedere una parte delle deleghe. Non abbiamo nessun tipo di problema di difesa del nostro perimetro. L’importante è che i cittadini abbiamo il servizio”.

Per Sala la risposta di Maroni all’incontro di oggi è stata “positiva, c’è interesse anche da parte sua. Il tema è che se la Città metropolitana non funziona è un danno per tutti”.

Fonte: OMNIMILANO

Lascia un commento