“Parole per mangiare”: un dizionario e una banca dati multilingue

Vino-in-Cina

arianna_censi (1)Ci sarò anche io a parlare di cibo in tutte le lingue, giovedi’ 25 alle 17.30 all’Urban Center Milano, in Galleria Vittorio Emanuele dove sarà presentato da CiBi, Arte e scienza del Cibo: il “Dizionario Multilingue dell’Alimentazione” sul quale vale la pena spendere, come usa dire, due parole e forse più, perché è un bell’esempio della creatività italiana, ed è questa la regione prima per la quale ne parlo su questo mio blog.

11537807_10200596042660685_1215848603731479175_nIl “Dizionario dell’alimentazione”, che ha un formato agile e di facile consultazione, include i lemmi in italiano e le relative traduzioni in inglese e in cinese, accompagnate dalle trascrizioni fonetiche. Il dizionario contiene una banca dati terminologici multilingue (italiano, cinese, inglese, arabo, russo, francese, spagnolo, hindi e tedesco) e inoltre i termini più importanti usati in gastronomia, nutrizione, biotecnologie e sicurezza alimentare, che poi sono le tematiche specifiche dell’Expo 2015.

Esso rappresenta il fiore all’occhiello del progetto “Parole per mangiare” ideato dal Dipartimento di Lingue e Culture contemporanee dell’Università degli Studi di Milano, sostenuto dall’Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Milano, con l’appoggio del Comitato organizzatore di Expo 2015. Pensate, ogni docente è responsabile per un’area linguistica e – particolare curioso – hanno partecipato alla ricerca e al lavoro di raccolta dati gli studenti della laurea magistrale in Lingue e Culture per la Comunicazione e la Cooperazione Internazionale e della laurea di primo livello in Mediazione Linguistica e Culturale. Per dire la meticolosità attenta con cui è stata realizzata l’opera.

 

11351233_10200594005009745_792828093648010653_n - CopiaAltra peculiarità che merita di essere evidenziata è la stampa curata dalle Edizioni Plan, un marchio tutto italiano ed è anche questo un motivo di orgoglio per il Made in Italy, tant’è che il Comitato scientifico di Expo 2015 ha conferito una nota di merito al progetto “Parole per mangiare”, in particolare al suo impianto metodologico ed editoriale. (a.c.)

22 giugno 2015

 

Lascia un commento