Il PD Milano Metropolitana mi ha offerto il privilegio di guidare la sua lista alle prossime Elezioni Amministrative

Si apre oggi una campagna elettorale diversa, che porta con sé la sofferenza e la fatica degli ultimi 18 mesi ma allo stesso tempo la voglia e la determinazione di lavorare per ricucire le fratture che si sono generate durante la pandemia e costruire una città sostenibile, pronta ad affrontare le sfide del futuro.

Attraverso il mio lavoro di questi 5 anni, come consigliera comunale e vicesindaca della Città metropolitana, ho capito che la condizione necessaria perché le politiche e le azioni siano davvero efficaci è quella di avere una visione che consideri anche il territorio metropolitano parte integrante della città di Milano. Un territorio verso il quale più di 100mila persone si spostano per lavorare e dal quale oltre 450mila entrano in città, ogni giorno.

Sono tanti i temi che necessitano di politiche coordinate e condivise: transizione energetica, energia pulita, reti 5G per le connessioni, infrastrutture per la mobilità, economia circolare, spazi verdi, acque, non hanno e non devono avere limiti amministrativi; così come le politiche del lavoro, dei luoghi del lavoro, della rigenerazione degli spazi.

Sono però certa che senza l’azione del Comune di Milano e il suo spirito propulsivo, la sua capacità di innovare, di sperimentare politiche utili al miglioramento della sostenibilità, della qualità della vita tra i cittadini tutti della Città metropolitana di Milano non si raggiungeranno questi obiettivi.

Da parte mia vorrei continuare e terminare il lavoro che ho svolto in questi cinque anni e dunque mi ricandido al Consiglio Comunale.

Mi ricandido perchè sono convinta che l’azione della Città di Milano per lo sviluppo, la promozione e il sostegno delle attività e delle funzioni della Città Metropolitana di Milano sia un processo necessario e utile per ognuno dei 132 Comuni che compongono la Città Metropolitana e soprattutto per il Comune di Milano.

Mi candido inoltre per sostenere tutte le politiche legate al miglioramento della qualità della vita, dell’aria che respiriamo, della qualità dell’acqua, dei processi di sostenibilità, di economia verde e blu (i navigli, il grande intervento sulle acque interne, la valorizzazione di tutti i canali che attraversano la Città Metropolitana di Milano e la loro navigabilità).

Mi candido per migliorare quantità e qualità del trasporto pubblico, un investimento di milioni di euro nei prossimi anni che chiediamo a Regione Lombardia di finanziare. Per realizzare hub di interscambio, promuovere la creazione di reti ciclabili che colleghino tutta la Città Metropolitana e facilitino gli spostamenti da e per la Città con le linee S e R.

Mi candido perchè le cose che ho imparato in questo ultimo anno e mezzo, durante la pandemia, possano diventare strumento di sicurezza, sicurezza di potersi muovere, di poter essere protetti. Per questo non bisogna usare le pistole ma bisogna usare il cervello. Usare tutte le risorse disponibili, tecnologiche e di presidio, per fare in modo che cittadini e cittadine di tutte le età si sentano costantemente protetti dalle istituzioni cui fanno riferimento. Ma anche sicurezza sanitaria: medicina territoriale, presidi di diagnosi e di cura sui territori, telemedicina. Per questo sarà determinante la grande rete di fibra ottica che la Città Metropolitana e il Comune di Milano hanno posato.

E ancora, mi candido per aumentare il livello di autonomia dei Municipi. Sono fortemente convinta che l’autonomia decisionale e finanziaria, la dotazione di personale, strumenti e risorse siano elementi fondamentali per le funzionalità dei Municipi. Questo processo di devoluzione dovrà caratterizzare il prossimo primo anno di mandato in maniera forte e determinata perchè questo è il modo di rendere più efficiente, più semplice e veloce l’azione amministrativa. Penso che i Municipi siano una grande forma di collegamento con i Comuni di prima cintura, il primo legame forte con la Città Metropolitana e la capacità anche in questo caso di realizzare in tempi brevi tutto ciò che ci metterà a disposizione il PNRR senza disperdere nè un euro nè un minuto di tempo.

In questa scelta ha un ruolo fondamentale l’importanza che attribuisco alla condivisione e scambio con gli attori del territorio e i cittadini, che ha caratterizzato il mio mandato fino ad oggi e che sono decisa a mantenere a partire da questa campagna, che vorrei fare insieme al Partito Democratico e a ciascuno e ciascuna di voi.

Ti è piaciuto il contenuto? Condividi con i tuoi amici.

Lascia un commento