Russia. Scherza persino con i Santi ma lascia stare i Caduti

Un gruppo di ballerine ha girato un video promozionale in cui faceva “twerking” davanti a un monumento della Seconda guerra mondiale. La condanna è stata decisa sabato 25 aprile da un tribunale distrettuale di Novorossiysk, porto sul Mar Nero a cui è stato conferito il titolo di “città eroina” per la sua resistenza durante quella che per i russi fu la guerra patriottica del 1941-1945

di Redazione

In Russia tre giovani donne sono state condannate per teppismo per aver girato un video promozionale in cui ballano davanti a un monumento della Seconda guerra mondiale. Il ballo – sulla musica di “Touch You Tonight” di Aidonia – prevedeva tra le altre cose il “twerking”, un movimento del bacino reso celebre negli ultimi tempi dalla cantante Miley Cyrus: secondo i giudici questo tipo di danza “erotica e sessuale” è stato irrispettoso verso la memoria di coloro che hanno combattuto nella battaglia del 1943 celebrata dal monumento.

La condanna è stata decisa sabato 25 aprile da un tribunale distrettuale di Novorossiysk, porto sul Mar Nero a cui è stato conferito il titolo di “città eroina” per la sua resistenza durante quella che per i russi fu la guerra patriottica del 1941-1945. La sentenza ha riguardato Margarita Radetskaya (ragazza di diciotto anni che nel video è in prima fila) condannata a 15 giorni di detenzione amministrativa da scontare in una struttura russa del ministero degli Interni, Yana Kutakova (24 anni) e Yekaterina Scherbedinskaya (26 anni), condannate entrambe a 10 giorni. Altre due ragazze, Alla Korkach (28 anni) e Viktoria Yurieva (22 anni) sono state condannate invece al pagamento di una multa. I genitori della sesta ragazza, che ha meno di 18 anni, sono stati accusati di non aver svolto in modo adeguato il loro compito e d’ora in poi saranno monitorati dai servizi sociali. La madre della sesta ragazzina, in particolare, è stata anche multata per non aver «agevolato la crescita» della figlia da un punto di vista «fisico, intellettuale, psicologico, spirituale e morale».

28 aprile 2015

Lascia un commento