“Adesso basta”, l’Udi ha lanciato un anno di mobilitazione

adesso_basta

#AdessoBasta, è l’hashtag e lo slogan della campagna appena lanciata dall’Unione donne in Italia(Udi) e accolta da reti e associazioni per mantenere vivo il dibattito sui diritti delle donne. Un anno di mobilitazione per tenere alta l’attenzione su diritto all’autodeterminazione e cittadinanza nel lavoro e nella maternità, “il tutto, mentre il ministero della salute, per mano e voce della ministra Lorenzin, si accanisce contro le donne a suon di Fertility Day” si legge nella nota dell’associazione. E proprio sul diritto alla salute sessuale e riproduttiva l’Udi interroga la ministra Lorenzin e la viceministra alle pari opportunità.

Una campagna ad ampio spettro, che includerà dibattiti e sit-in “per chiedere conto a Regioni e Asl del depauperamento dei consultori e del vergognoso balletto dei numeri ufficiali sull’obiezione di coscienza alla legge 194, che ha già costretto il Consiglio d’Europa a condannare l’Italia per l’evidente squilibrio tra obiettori e non obiettori, per chiedere alle istituzioni che la maternità sia sostenuta in modo serio con servizi adeguati e leggi strutturali, e affinché la genitorialità sia finalmente una risorsa e non un problema”. Il primo appuntamento è stato proprio il 26 settembre, in concomitanza con la giornata mondiale dedicata alla contraccezione.

Leggi la guida per aderire alla campagna

Fonte: In genere

Lascia un commento