Gli uomini sono più idioti delle donne (dice la scienza)

1418379971_Charles_Robert_Darwin_by_John_Collier_cropped-600x335

Una ricerca inglese mostra che i maschi vincono 10 volte più spesso i Darwin Award, premi assegnati alla morte in circostanze spettacolarmente stupide

di Stefano Pisani

Ormai non lo dicono più solo le donne, ma anche la scienza: i maschi sono più cretini delle femmine. A condannare il maschio arriva infatti una ricerca inglese, condotta da uno studente della The King Edward VI School, Ben Alexander Daniel Lendrem, in collaborazione con ricercatori della Newcastle University, e diffusa sull’autorevolissimo British Medical Journal con la benedizione dei promotori del Darwin Award. Mentre sono ben documentate le differenze di genere nella ricerca del rischio, nei ricoveri ospedalieri di emergenza e nella mortalità, ancora poco si sapeva della propensione a assumersi dei rischi letteralmente idioti con il proprio comportamento.

Il gruppo ha allora passato in rassegna i dati sui vincitori dei Darwin Award degli ultimi vent’anni (tra il 1995 e il 2014). Si tratta di un riconoscimento (ironico) assegnato a persone capaci di azioni spettacolarmente stupide che contribuiscono a migliorare il pool genetico umano, uccidendo chi le compie o portandolo alla sterilità. Più sciocche sono le azioni e più probabilità si hanno di vincere il premio (molto spesso assegnato alla memoria).

Dall’analisi dei dati, il trionfo del maschio è risultato chiaro: gli uomini hanno una probabilità nettamente più alta delle donne di vedersi assegnare questo ignominioso riconoscimento. Nella maggior parte dei casi, insomma, una maggiore probabilità di morire in modo idiota.

Il sospetto che la situazione fosse questa in verità era già sorto. Esiste infatti addirittura una teoria chiamata Male Idiot Theory(Mit) che sostiene che il fatto che i maschi vengano più spesso ricoverati d’urgenza in ospedale in seguito a incidente potrebbe essere spiegato grazie all’osservazione che “gli uomini sono idioti e gli idioti fanno cose stupide“. Tuttavia, questa teoria non aveva mai beneficiato di un’analisi sistematica di supporto. Fino a oggi.

I vincitori del Darwin Award erano sicuramente i candidati ideali per quest’analisi. Per definizione, come si diceva, devono essere campioni in grado di commettere azioni che “assicurano la sopravvivenza a lungo termine della loro specie mediante l’eliminazione di un idiota”. Il Darwin Awards Committee fa comunque una netta distinzione tra morti “idiote” e “accidentali”: un uomo che muore per essersi sparato in testa con una pistola per dimostrare che fosse scarica, non è un Darwin Award, mentre qualcuno che si spara in testa con un’arma che sembra un giocattolo per provare al suo scettico amico che in realtà è autentica, è ampiamente degno del premio.

Analizzando i dati relativi a 318 candidature al Darwin Award nel periodo 1995-2014, i risultati sono stati cristallini: 282 volte il premio è stato assegnato a maschi e solo 28 a femmine. I maschi, risultavano così vincitori l’88,7% delle volte, determinando una differenza di genere statisticamente significativa. Un risultato del tutto coerente con la teoria Mit e che supporta l’ipotesi che gli uomini sono idioti, e gli idioti fanno cose stupide.

Gli stessi ricercatori, tuttavia, sottolineano che potrebbero esserci spiegazioni di diverso tipo – al di là del sesso – per questi risultati, come per esempio il fatto che spesso i comportamenti idioti dipendono dall’alcool e dati aneddotici proverebbero che un paio di drink sono sufficienti a far sentire soprattutto i maschi invincibili. O forse, semplicemente, i ricercatori sono stati così indulgenti perché sono tutti maschi.

Fonte: Wired

14 dicembre 2014

Lascia un commento