Città metropolitana. I precari si incatenano a Palazzo Isimbardi

corr.

Una ventina lavoratori della Provincia di Milano ha occupato simbolicamente l’aulaLa postilla di Arianna Censi

di Redazione

Azione di protesta da parte dei lavoratori precari della Provincia di Milano lunedì mattina a Palazzo Isimbardi, durante la riunione dei sindaci della Città metropolitana. Una ventina di manifestanti dell’Usb, precari della Provincia di Milano, si è incatenata davanti al palazzo, come protesta per la Città Metropolitana. Il gruppo si è presentato al Palazzo Isimbardi dopo essersi staccato dal presidio in via Melchiorre Gioia organizzato per lo stesso tema. Dopo alcuni minuti di contestazione, dal Consiglio provinciale hanno autorizzato uno dei manifestanti a esporre le problematiche, e solo allora il gruppo si è allontanato. Un gruppo di precari ha anche occupato simbolicamente l’aula di Palazzo Isimbardi, per chiedere che «il Governo ci dia risposte, certezze e chiarimenti sul nostro futuro con una proroga ai nostri contratti».

postilla di Arianna Censi

Il presidio dei lavoratori e delle lavoratrici della Provincia di Milano è il segno di una giusta richiesta nei confronti del Governo e del Parlamento. Stiamo da settimane cercando insieme di scongiurare il mancato rinnovo dei loro contratti e di trovare la soluzione necessariamente nazionale per continuare il loro rapporto di lavoro peraltro necessario per l’avvio di molte partite di Città Metropolitana. Sono stata con loro ieri nel pomeriggio e di nuovo domani mattina mi recherò nelle sala della Provincia . Confido nella risoluzione positiva con l’inserimento del provvedimento nel mille proroghe di fine anno e per questo mi sto impegnando.

23 dicembre 2014

Lascia un commento